Cosa fare quando si perde un cane - la legge

Bisogna presentare regolare denuncia presso le autorità competenti, più precisamente a:

  • i Carabinieri;
  • la Polizia municipale;
  • il servizio veterinario della Asl competente;
  • l’anagrafe canina.

Obbligo della denuncia

La denuncia di smarrimento è obbligatoria in quanto chi smarrisce un cane e non rispetta questo adempimento, rischia l’applicazione della sanzione prevista per la mancata denuncia oltre a quella per l’abbandono dell’animale, se dovesse venire ritrovato.

La denuncia è valida solo se redatta in forma scritta e presentata a una delle sopradette autorità. Il funzionario che la riceve, il quale non può rifiutarsi di accettarla, deve rilasciarne una copia. Pertanto, in caso di ritrovamento del cane, la copia potrà essere utilizzata per dimostrarne la proprietà e si potrà pretendere la restituzione dell’animale qualora fosse stato adottato da un’altra persona.

Cosa fare quando si trova un cane - la legge

Consegnare il cane alle autorità competenti o al canile comunale più vicino al luogo di ritrovamento, se è semplicemente disorientato, ma si lascia facilmente avvicinare. Si possono anche chiamare i vigili urbani o che penseranno a ritrovare il legittimo proprietario o a trasportarlo al canile. In ogni caso, è bene effettuare la denuncia di ritrovamento presso la sede della polizia municipale del Comune in cui è stato ritrovato. Ciò consentirà alle autorità competenti di verificare se vi sono denunce di smarrimento in corso e, in caso di corrispondenza, il cane potrà ritornare in tempi brevi dalla propria famiglia di appartenenza. E’ importante presentare prontamente la denuncia anche per evitare che qualora si dovesse decidere di tenere il cane con sé, si possa venire accusati di appropriazione indebita.